Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Oltre
la carità

· ​L’incontro dei responsabili della pastorale migranti del Ccee ·

Di fronte alle dimensioni sempre più vaste del fenomeno migratorio e all’emergenza dei rifugiati «vediamo un’Europa molto spesso confusa, che sembra priva di una vera cultura dell’accoglienza così come di una vera solidarietà tra i diversi Paesi che la compongono». 

È quanto ha affermato il cardinale Josip Bozanić, arcivescovo di Zagabria e responsabile per le migrazioni in seno al Consiglio delle Conferenze episcopali d’Europa (Ccee) in occasione dell’incontro dei vescovi e responsabili nazionali per la pastorale dei migranti in Europa, in corso a Vilnius fino a giovedì. All’incontro partecipano 40 delegati di 21 Conferenze episcopali europee. 

Secondo il porporato, di fronte a tali mancanze è necessario ricordare «ai nostri responsabili e governanti che spetta alla politica trovare soluzioni che facilitino l’accoglienza delle persone così come spetta alla politica europea impegnarsi senza egoismi e ipocrisie a risolvere situazioni di guerra e povertà che sono alle nostre porte». La sfida spirituale dell’accoglienza è poi collegata «alla responsabilità che ognuno ha di pronunciare il suo “sì” a chi arriva», e «solo chi non smarrisce il valore infinito della persona che ha dinanzi è capace di gesti di accoglienza».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE