Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Oltre cento milioni
di persone
hanno bisogno di aiuto

· ​Appello delle Nazioni Unite ·

Le Nazioni Unite prevedono che il prossimo anno quasi 132 milioni di persone — in 42 paesi del mondo — avranno bisogno di soccorso e protezione umanitaria, soprattutto a causa dei conflitti, che restano la principale causa degli interventi di assistenza.

Proprio per questo, l’Onu, e le organizzazioni collegate, mirano ad aiutare 93,6 milioni di persone, le più vulnerabili, per fornire cibo, alloggio, assistenza sanitaria, istruzione, protezione e altre forme di intervento, secondo il rapporto umanitario mondiale (Global Humanitarian Overview 2019), presentato ieri a Ginevra dal coordinatore delle Nazioni Unite per gli aiuti di emergenza, Mark Lowcock.

Il finanziamento richiesto per il 2019 è di 21,9 miliardi di dollari. Questa cifra non include i fondi necessari per gli interventi in Siria, dove un milione di persone ha urgente bisogno di aiuti, che saranno confermati con la finalizzazione del piano di risposta 2019 per il paese. La richiesta di fondi, con gli aiuti per la Siria inclusi, dovrebbe situarsi intorno ai 25 miliardi di dollari, hanno precisato fonti delle Nazioni Unite.

Tra le crisi peggiori, Lowcock ha segnalato quella dello Yemen, dove si prevede che il prossimo anno circa 24 milioni di persone avranno bisogno di assistenza e protezione. Dati che confermano come quella in corso nel paese sia attualmente la peggiore crisi umanitaria nel mondo. Le richieste di aiuto rimarranno inoltre a livelli molto alti in Siria, nella Repubblica Democratica del Congo, in Etiopia, in Nigeria e nel Sud Sudan.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 luglio 2019

NOTIZIE CORRELATE