Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Olimpiadi di solidarietà

· L’auspicio in vista dei giochi a Rio de Janeiro ·

Il vero premio delle olimpiadi non è una medaglia ma «la realizzazione di una civiltà in cui regna la solidarietà». È l’auspicio di Papa Francesco in vista dell’apertura dei giochi di Rio de Janeiro. Lo ha espresso mercoledì 3 agosto durante l’udienza generale, rivolgendosi ai fedeli di lingua portoghese.

“In un mondo che ha sete di pace, tolleranza e riconciliazione – ha detto il Pontefice – auguro che lo spirito dei Giochi Olimpici possa ispirare tutti, partecipanti e spettatori, a combattere ‘la buona battaglia’ e terminare insieme la corsa (cfr. 2 Tm 4, 7-8), desiderando conseguire come premio non una medaglia, ma qualcosa di molto più prezioso: la realizzazione di una civiltà in cui regna la solidarietà, fondata sul riconoscimento che tutti siamo membri di un’unica famiglia umana, indipendentemente dalle differenze di cultura, colore della pelle o religione”. E rivolgendo ai brasiliani: “auspico che questa sia un’opportunità per superare i momenti difficili e impegnarsi nel ‘lavoro di squadra’ per la costruzione di un paese più giusto e più sicuro, scommettendo su un futuro pieno di speranza e di gioia. Dio vi benedica tutti!”

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

24 gennaio 2020

NOTIZIE CORRELATE