Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Offesa all’inviolabilità della vita

· ​Videomessaggio di Francesco al sesto Congresso mondiale contro la pena di morte ·

«Dare nuovo impulso all’impegno per abolire la pena capitale»: lo ha auspicato Papa Francesco nel videomessaggio rivolto ai partecipanti al sesto Congresso mondiale contro la pena di morte, in corso a Oslo dal 21 al 23 giugno. Il vertice nella capitale norvegese è promosso dalla ong francese Ensemble contre la peine de mort e dalla World coalition against death penalty, di cui fanno parte circa 140 organizzazioni di tutto il mondo. Le parole pronunciate dal Pontefice in spagnolo sono state trasmesse durante i lavori nel pomeriggio di martedì 21.

La pena di morte — ha affermato il Papa — «è un’offesa all’inviolabilità della vita e alla dignità della persona umana». Inoltre «non rende giustizia alle vittime, ma alimenta la vendetta» E soprattutto «non bisogna dimenticare che il diritto inviolabile alla vita, dono di Dio, appartiene anche al criminale».

Il videomessaggio

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

24 luglio 2019

NOTIZIE CORRELATE