Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Obiettivo Ramadi

· Le forze irachene lanciano l’attacco finale per riconquistare la città controllata dall’Is ·

Truppe irachene nei pressi di Ramadi (Afp)

Mentre in Siria continuano i combattimenti e le condizioni della popolazione si fanno sempre più critiche, in Iraq l’esercito ha lanciato l’attacco alla città strategica di Ramadi, capitale della provincia occidentale di Anbar, dallo scorso maggio controllata dal sedicente Stato islamico (Is).

L’offensiva per riconquistare Ramadi è iniziata lo scorso novembre, ma solo adesso entra nel vivo. Situata a un centinaio di chilometri da Baghdad, la riconquista della città sarebbe la maggiore vittoria delle truppe governative dal 2014 e avrebbe un enorme impatto simbolico e strategico: allontanerebbe infatti la minaccia jihadista da Baghdad e spianerebbe la strada alle forze governative verso Mosul. Aerei militari iracheni domenica hanno sganciato migliaia di volantini sopra la città, chiedendo agli abitanti di lasciare la città entro 72 ore nell’imminenza dell’attacco. Nei volantini si indicavano anche i percorsi sicuri per la fuga.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 aprile 2019

NOTIZIE CORRELATE