Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Obiettivo Boko Haram

· Hollande rilancia la lotta al gruppo terroristico ·

Una delle donne rapite da Boko Haram e poi tratte in salvo dalle forze nigeriane

Il presidente francese François Hollande ha messo in guardia contro «la minaccia» persistente di Boko Haram, nonostante «i risultati impressionanti» ottenuti contro questo gruppo terroristico in Nigeria, dove è stato ridotto e costretto a ritirarsi. Hollande — che partecipa a un vertice regionale convocato dal presidente nigeriano Muhammadu Buharin a Abuja, per discutere su come intensificare la lotta contro Boko Haram — ha invitato, in una conferenza stampa, la comunità internazionale a impegnarsi maggiormente per aiutare la regione. Il presidente nigeriano, dal canto suo, ha ricordato che la crisi umanitaria si fa sempre più grave nell’area del lago Ciad. Hanno partecipato al vertice i capi di Stato dei Paesi confinanti della Nigeria, ossia, Benin, Camerun, Ciad e Niger, una delegazione dell’Unione europea, il ministro Esteri britannico, Philip Hammond, oltre al vice segretario di Stato americano Tony Blinken. Le discussioni si sono concentrate soprattutto sulle modalità per porre fine alle violazioni di Boko Haram, che dal 2009 ha ucciso più di 20.000 persone e costretto oltre 2,6 milioni di abitanti ad abbandonare le proprie case.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE