Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Obama pronto a ricevere Raúl Castro

· La Casa Bianca vuole accelerare i tempi della normalizzazione dei rapporti con Cuba ·

L’annuncio della normalizzazione dei rapporti tra Stati Uniti e Cuba, dopo cinquantatrè anni segnati da un conflitto a tratti asprissimo, apre una stagione di speranza per la pace e invita a ogni sforzo perché questa si realizzi pienamente.

Ne sembrano consapevoli le dirigenze dei due Paesi, a partire dai presidenti Barack Obama e Raúl Castro, che hanno dato contemporaneamento lo storico annuncio, facendo entrambi riferimento al determinante contributo di Papa Francesco e della Santa Sede. Obama, in particolare, sembra deciso ad accelerare i tempi. Il portavoce della Casa Bianca, Josh Earnest, non ha escluso ieri una visita di Raúl Castro a Washington già in tempi brevi. Per fine gennaio è già fissata una missione all’Avana del sottosegretario di Stato per l’emisfero occidentale, Roberta Jacobson, che avvierà i colloqui per il ripristino delle relazioni diplomatiche.

I riconoscimenti internazionali per la scelta di Obama sono unanimi, a partire proprio da quelli dei Governi dell’America latina, una regione dove il posizionamento riguardo alle politiche di Washington ha sempre avuto riflessi politici, economici ed ideologici determinanti. Se ne è avuta una prova ieri dalle dichiarazioni rilasciate dai presidenti di Argentina, Brasile, Paraguay, Uruguay, Venezuela e Bolivia, riuniti per il vertice del Mercosur. A fronte di di questi riconoscimenti, uniti a quelli dei rappresentanti religiosi tanto cubani quanto statunitensi, Obama deve comunque fronteggiare possibili opposizioni interne, sulle quali in queste ore insiste molto la stampa.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

14 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE