Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Obama e il futuro
degli Stati Uniti

· ​Bilanci e prospettive del presidente nel suo settimo e ultimo discorso sullo Stato dell’Unione ·

«L’America non è in declino e non deve reagire alle difficoltà con paure irrazionali, chiudendosi, cercando rifugio nel passato. 

Obama durante il discorso (Reuters)

Stasera vi parlo del futuro verso il quale dobbiamo andare con coraggio e fiducia, come abbiamo fatto sempre nella nostra storia quando abbiamo dovuto affrontare sfide formidabili». Questo il punto nodale del messaggio lanciato ieri dal presidente statunitense, Barack Obama, nel suo settimo e ultimo discorso sullo stato dell’Unione.

Un discorso nel quale, com’era prevedibile, il presidente non ha fatto grandi annunci, ma ha cercato invece di tracciare un bilancio complessivo dei suoi due mandati con un occhio alle prossime elezioni. Obama ha citato in particolare i progressi compiuti dall’economia americana dopo la grande crisi esplosa nel 2008. Ha poi parlato delle quattro sfide essenziali che il Paese ha di fronte a sé: la riduzione delle disuguaglianze sociali, la gestione del progresso tecnologico, l’impegno a garantire la sicurezza dell’America e la riforma di un sistema politico che negli ultimi anni è andato verso la paralisi. 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

14 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE