Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Iran colpito
da un altro terremoto

· ​Interessate anche aree densamente popolate ·

Case sono crollate a Ravar, nella provincia di Kerman (Reuters)

Trema ancora la terra in Iran. Durante la notte tra il 30 novembre e il 1 dicembre, un sisma di magnitudo 6,2 ha colpito l’est del paese. Si parla finora di una quarantina di feriti, ma il bilancio è ovviamente provvisorio. La televisione di stato iraniana ha detto che l’epicentro del terremoto si trovava a pochi chilometri a nord della città di Kerman e a dieci di profondità. Il sisma è avvenuto a poche settimane dal terremoto che ha colpito la regione di confine tra Iran e Iraq, uccidendo più di quattrocento persone e causando ingenti danni. «Ci sono danni in diversi villaggi» ha detto questa mattina Hossein Ali Mehrabizadeh, un funzionario dell’unità di crisi della città di Kerman. Secondo lo United States Geological Survey, il sisma ha avuto scarsa profondità e dunque le conseguenze non dovrebbero essere allarmanti. L’Iran è fra i paesi più colpiti da terremoti nel mondo. Nel 2003, un sisma di magnitudo 6,6 uccise 31.000 persone.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

23 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE