Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Nuovo governo
in Sudan

· ​Presentato dal premier Hamdok ·

 «È l’inizio di una nuova era. Se ci riusciremo, verrà costruito un nuovo Sudan»: con queste parole il primo ministro Abdallah Hamdok ha svelato ieri la composizione del nuovo governo del paese africano che ha vissuto una impegnativa fase di transizione politica dopo la caduta dell’ex presidente Omar al-Bashir ad aprile.

Il primo ministro sudanese esulta nel presentare il primo governo del dopo al-Bashir (Afp)

Il capo del nuovo governo, ex economista delle Nazioni Unite, ha avuto bisogno di alcuni giorni supplementari per formare il primo governo in carica, dopo i passaggi di gestione ad interim del potere.

I nomi sono stati proposti dal movimento delle «Forze per la libertà e il cambiamento», che ha guidato le proteste dei mesi scorsi. Hamdok ha presentato 18 dei 20 ministri previsti dall’accordo siglato il 17 agosto, riservandosi il diritto di nominarne altri due in seguito. Ci sono quattro donne, tra le quali il ministro degli esteri, Asma Mohamed Abdallah. Come ministro delle finanze è stato chiamato Ibrahim Elbadawi, ex economista della Banca mondiale, come ministro del commercio e dell’industria una figura di spicco delle proteste, Maddani Abbas Madani.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE