Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Nuove sfide per Capo Verde

· ​Risultati delle legislative in uno dei Paesi con il maggior numero di donne nell’Esecutivo ·

Si sono svolte ieri, domenica 20, le elezioni legislative nella Repubblica di Capo Verde. Sei i partiti in lizza: il Partito Africano per l’Indipendenza di Capo Verde (Paicv), il Movimento per la Democrazia (Mpd), l’Unione Capoverdiana Indipendente e Democratica (Ucid), il Partito Social-Democratico (Psd), il Partito del Lavoro e della Solidarietà (Pts) e il Partito Popolare (Pp). Secondo i primi risultati ufficiali, lo Mpd — partito di centro-destra che ha indicato come premier Ulisses Correia e Silva — ha ottenuto la maggioranza assoluta dei voti dopo quindici anni di opposizione.

Il panorama politico capoverdiano si caratterizza per la polarizzazione delle due formazioni principali, che si sono finora alternate al potere: il partito di maggioranza, Paicv, partito di centro-sinistra, costituito nel 1981, e appunto lo Mpd, maggiore partito di opposizione, fondato nel 1990 con l’introduzione del multipartitismo, mentre le rimanenti formazione politiche non sono ancora state in grado di rappresentare una terza via, anche se in queste elezioni sono emersi per la prima volta i democratici cristiani, Ucid. Un aspetto che contraddistingue questa giovane Nazione, indipendente dal Portogallo dal 1975, concorre l’elevato tasso di presenza femminile in ruoli di responsabilità nel settore pubblico e privato. Non solo il 21 per cento dei seggi dell’Assemblea Nazionale è composto di donne, pari a quindici elette, ma Capo Verde è anche uno degli Stati con il maggiore numero di ministre al mondo. Le donne rappresentano infatti la metà dell’Esecutivo, dove occupano dicasteri nevralgici, come Sanità, Finanze ed Infrastrutture.

di Alicia Lopes Araújo

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE