Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Nuove scosse
in Ecuador

· Paura sulla costa settentrionale ·

Soccorritori al lavoro nella città di Manta (Ansa)

Ancora paura in Ecuador. Due nuove scosse di terremoto di magnitudo 6.3 e 6.1 hanno fatto tremare ieri la costa settentrionale del Paese sudamericano, la stessa zona messa in ginocchio dal sisma di sabato scorso, che ha ucciso più di 570 persone. Secondo l’istituto di geofisica degli Stati Uniti, i movimenti tellurici sono stati localizzati nella zona occidentale di Muisme, una località situata ad alcune centinaia di chilometri da Pedermales, l’epicentro del devastante sisma di 7.8 gradi sulla scala Richter di cinque giorni fa. Al momento non si hanno notizie di ulteriori vittime. L’Agenzia nazionale per le emergenze ha riferito che i feriti sono oltre 7000, mentre gli sfollati costretti a trovare riparo nei rifugi sono 23.500. I dispersi sono 163. L’Ocha, l’Ufficio delle Nazioni Unite per gli Affari umanitari prevede che almeno un milione di persone ha subito e subirà le conseguenze del terremoto. Il presidente, Rafael Correa, ha tracciato una prima stima dei danni, che ammonterebbero a oltre tre miliardi di dollari. E per raccogliere questa cifra e favorire la ricostruzione, Correa ha annunciato una serie di misure economiche. Previsto l’aumento di due punti dell’iva, dal 12 al 14 per cento, un contributo una tantum del 3 per cento sugli utili e una tassa dello 0,9 per cento sui patrimoni superiori al milione di dollari.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE