Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Nuove proteste a Caracas

· La polizia lancia lacrimogeni contro una manifestazioni di nonni ·

Un nuovo fine settimane di proteste antigovernative è previsto in Venezuela. Per oggi il partito all’opposizione Voluntad popular ha in programma manifestazioni in diverse città del paese, e anche gli allevatori intendono scendere in piazza. 

Marce di protesta  a Caracas (Reuters)

Ad annunciare l’iniziativa di Voluntad popular è stato Freddy Guevara, coordinatore nazionale del partito e primo vicepresidente del parlamento. In una serie di tweet, Guevara ha chiesto di aderire alla protesta con ogni mezzo, «in auto, barca, trattore, bus, a cavallo, moto, biciclette o a piedi». Non possiamo permettere, ha aggiunto, «che continuino a massacrare i nostri giovani, i nostri figli». Da parte sua il presidente della Federazione nazionale di allevatori, Carlos Albornoz, ha detto che i membri della sua categoria hanno il dovere «non solo di produrre alimenti, ma anche di fare un passo in avanti in quanto venezuelani».

Intanto ieri un gruppo di nonni che partecipavano a una marcia di protesta contro il presidente Nicolás Maduro a Caracas è stato bloccato dalla polizia, che ha tra l’altro lanciato gas lacrimogeni contro i manifestanti. In un clima di forte tensione, non lontano dalla piazza Luis Brión del quartiere Chacaíto, ci sono stati dei tafferugli tra partecipanti alla protesta e forze della sicurezza. I manifestanti che protestavano tra l’altro contro la crisi economica e la mancanza di alimenti e medicine, sono comunque riusciti a superare il blocco degli uomini della polizia. Il corteo è così proseguito come da programma verso la sede dell’Ombudsman, il difensore civico, ma successivamente è stato nuovamente fermato da un blocco della polizia bolivariana.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE