Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Numero speciale a cinquant’anni dall’elezione di Paolo VI

Il 21 giugno 1963 il cardinale Giovanni Battista Montini veniva eletto Papa e prendeva il nome di Paolo VI. Quasi sessantaseienne, il porporato era da oltre otto anni arcivescovo di Milano e aveva servito la Santa Sede in Segreteria di Stato sotto Pio XI e Pio XII per tre decenni. Papa Montini succedeva a Giovanni XXIII, il Pontefice che l’aveva voluto come primo dei suoi cardinali poche settimane prima di annunciare la convocazione del concilio Vaticano II.

A norma del diritto canonico il concilio era sospeso, ma il nuovo Papa subito lo riconvocò per l’autunno successivo, guidandolo con fermo e prudente equilibrio fino alla conclusione, e poi portandone avanti con tenacia la prima applicazione. Iniziava così un quindicennio esaltante e drammatico, che lo stesso Paolo VI ripercorse quando celebrò per l’ultima volta la festa dei santi Pietro e Paolo.

Per ricordare Montini «L’Osservatore Romano» ha realizzato uno speciale di cento pagine a colori, con fotografie e immagini rare, un profilo biografico, alcuni suoi testi e un inedito del cardinale Joseph Ratzinger.

La rivista è disponibile in italiano dal 21 giugno al prezzo di cinque euro più le spese di spedizione ( info@ossrom.va ).

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

14 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE