Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

In Normandia
settant’anni dopo

Il presidente francese, François Hollande, ha aperto oggi a Caen le cerimonie per il settantesimo anniversario dello sbarco in Normandia rendendo omaggio alle vittime — oltre centomila morti di cui ventimila civili — del D-Day. 

Le celebrazioni di quest’anno avvengono sullo sfondo della crisi ucraina, crisi che, come ha scritto per l’occasione il cancelliere tedesco, Angela Merkel, dimostra che «la pace e la libertà possono essere rapidamente rimesse in discussione». 

Una ventina di capi di Stato e di Governo prendono parte, nel pomeriggio, alla cerimonia internazionale sulla spiaggia dello sbarco. Oltre ad Hollande, sono in Normandia la regina Elisabetta ii, il presidente russo, Vladimir Putin, quello statunitense, Barack Obama, il cancelliere tedesco, Angela Merkel, il presidente ucraino eletto, Petro Poroshenko, e, per la prima volta, il presidente della Repubblica italiana, Giorgio Napolitano.  

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

12 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE