Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Non solo dovere morale
ma obbligo giuridico

· ​Presentato un manuale per attuare i principi guida dell’Onu sull’estrema povertà ·

La miseria non è una fatalità. Come trovare le strade per uscire dalla spirale di ingiustizia, rassegnazione, complicità ed egoismo che alimentano la povertà? 

Qualche indicazione possiamo trovarla nel manuale Making human rights work for people living in extreme poverty. A handbook for implementing the Un guiding principles on extreme Poverty and human rights (“Fare dei diritti dell’uomo una realtà per le persone che vivono nell’estrema povertà. Un manuale per l’attuazione dei principi guida delle Nazioni Unite sull’estrema povertà e i diritti dell’uomo”) curato dal movimento internazionale Agir tous pour la dignité (Atd) quart monde e Franciscans international, con la collaborazione di Caritas internationalis.

Il volume è stato presentato nella Sala stampa della Santa Sede giovedì mattina, 17 dicembre. Sono intervenuti monsignor Bernardo Johannes Bahlmann, vescovo di Óbidos nel nord-est del Brasile, Michel Roy, segretario generale di Caritas internationalis, padre Michael A. Perry, ministro generale dell’ordine dei frati minori; Francesca Restifo, international advocacy director della Franciscans international, e Jean Tonglet, delegato per l’Italia e per le relazioni con la Santa Sede dell’Atd quart monde. 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE