Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

In Venezuela
ancora vittime durante gli scontri

· Mentre s’inasprisce il confronto politico ·

La guardia nazionale venezuelana durante gli scontri a Caracas (Epa)

Non conosce tregua la violenza in Venezuela. Ieri, un giovane di 27 anni è morto durante manifestazioni di protesta contro il governo che sono sfociate in scontri con la polizia. E sempre ieri un altro uomo di 38 anni è deceduto in seguito alle ferite riportate due giorni fa durante tafferugli con membri della guardia nazionale nella città occidentale di Merida. Sale quindi a 38 il bilancio delle vittime accertate.

Questo mentre il confronto politico va avanti in maniera sempre più dura. Il procuratore generale, Luisa Ortega Díaz, ha denunciato il fatto che civili sarebbero giudicati da tribunali militari, in aperta violazione della costituzione. Ortega ha ricordato che «la costituzione garantisce che i civili siano giudicati dalla giustizia ordinaria». Critiche sono state lanciate anche dal segretario generale dell’Organizzazione degli stati americani (Osa), Luis Almagro.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

23 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE