Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

No alle discriminazioni tribali ed etniche

· Visita «ad limina» dei vescovi del Gabon ·

Un invito a «immunizzarsi contro il rischio dannoso delle considerazioni tribali ed etniche discriminatorie che sono la negazione stessa del Vangelo» è stato rivolto da Francesco ai vescovi del Gabon ricevuti in udienza nella mattina di lunedì 20 aprile, in occasione della visita «ad limina apostolorum».

“Il prestigio di cui godono le istituzioni educative cattoliche nel vostro Paese – ha detto tra l'altro il Pontefice – va preservato, grazie a una formazione sempre più ispirata dallo spirito del Vangelo. L’Accordo tra la Santa Sede e la Repubblica gabonese sullo statuto dell’Insegnamento cattolico, del 2001, offre alla Chiesa locale un prezioso sostegno in tal senso, favorendo la promozione di ogni uomo e dell’intero uomo (cfr. Populorum progressio, n. 14), con un’opzione preferenziale per i più poveri. Vi incoraggio dunque a non esitare a levare la voce per difendere la persona umana, come pure la sacralità della sua vita”.

Il discorso del Papa 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

11 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE