Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Niente niqab
per medici e infermieri

· ​Ordinanza del rettore all’università del Cairo ·

Il Cairo, 23. L’università del Cairo, la principale dell’Egitto, ha proibito a medici e infermieri di usare il niqab (il velo islamico che copre corpo e viso a eccezione degli occhi) durante lo svolgimento del proprio lavoro negli ospedali dipendenti dalla struttura. La decisione è stata adottata dal rettore Gaber Nasar e si applica da una settimana nel nosocomio cairota di Qasr al Aini Al Faransaui e in tutte le cliniche universitarie. La direttiva — riferisce la Efe — è stata diffusa integralmente dal quotidiano statale «Al Ahram» nella sua edizione digitale e ha l’obiettivo di facilitare il lavoro e di «salvaguardare i diritti dei malati», come ha affermato il rettore.

La misura dovrà essere rispettata anche dai docenti della facoltà di medicina, dai medici residenti e dagli ausiliari infermieri.

Gli ulema dell’Al Azhar (la massima istituzione religiosa dell’islam sunnita nel mondo, che ha sede in Egitto) non considerano il niqab un indumento obbligatorio per la donna. Lo stesso grande imam di Al Azhar, Muhammad Ahmad al-Tayyib, ha più volte confermato tale tesi.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

14 novembre 2019

NOTIZIE CORRELATE