Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Niente bando
sulle armi d’assalto

· ​Il presidente Trump a favore di un addestramento per gli insegnanti ·

Nuovi annunci dalla Casa Bianca sulla questione delle armi negli Stati Uniti, dopo la strage che, in un liceo di Parkland, in Florida, ha provocato la morte di 17 persone. Interpellato dalla stampa, un portavoce ha affermato che l’amministrazione Trump non mira a bandire nessuna categoria di armi, nemmeno quelle d’assalto. «Non pensiamo che la risposta immediata sia il bando di un’intera categoria di armi, siamo per una soluzione che non vieti alcune armi per tutte le persone ma per un bando di tutte le armi per certe persone che sono identificate come una minaccia alla sicurezza pubblica», ha spiegato. Inoltre, il presidente Trump ha affermato ieri che gli Stati Uniti dovrebbero vietare l’uso delle armi alle persone di età inferiore ai 21 anni. Il capo di stato ha assicurato che questa misura avrebbe l’appoggio della potente National Rifle Association, che lo sostiene.

«Non ho mai detto “date le armi agli insegnanti”; quello che ho detto — ha affermato poi Trump sui social network — è di valutare la possibilità di dare armi, da portare non a vista, a insegnanti esperti di armi, con un passato militare o addestramento speciale — solo i migliori».

Il 20 per cento degli insegnanti, ha assicurato, sarebbe in grado di rispondere immediatamente al fuoco se un pazzo entrasse a scuola con intenzioni minacciose. Il presidente Trump ha affermato che sarebbe favorevole allo stanziamento di fondi federali per consentire la «formazione addizionale» che consenta agli insegnanti di portare armi nelle scuole. 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 febbraio 2019

NOTIZIE CORRELATE