Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Nessun accordo sul gas
tra Mosca e Kiev

· Lutto in Ucraina per la strage di soldati ·

Bandiere a mezz’asta in Ucraina. Il presidente Petro Poroshenko ha indetto ieri una giornata di lutto nazionale, dopo che nella notte tra venerdì e sabato i separatisti hanno fatto una strage abbattendo nei cieli di Lugansk un aereo cargo con a bordo 49 militari. 

Nessuno si è salvato, e dopo questa carneficina il presidente ucraino ha chiesto all’Occidente di inasprire le sanzioni contro Mosca, accusata da Kiev di armare i miliziani filo-russi. Ad aggravare la tensione c’è stato il fallimento della nuova tornata di negoziati tra Russia e Ucraina, avvenuti nel corso del fine settimana sotto l’egida dell’Unione europea, per trovare un compromesso sul pagamento da parte di Kiev del gas russo.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

24 febbraio 2020

NOTIZIE CORRELATE