Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

In Nepal più diplomate che diplomati

· Grazie soprattutto alle scuole cattoliche ·

Di poco, ma quest’anno, per la prima volta nella storia scolastica del Nepal, il numero delle ragazze che si presenteranno all’esame finale delle superiori (Slc, certificato di classe decima) sarà maggiore di quello dei ragazzi: 213.710 femmine contro 212.504 maschi.

Segno — scrive la Misna — che l’accesso all’istruzione è enormemente aumentato negli ultimi anni e le campagne di informazione sui pericoli e i limiti dei matrimoni precoci, portate avanti da più organizzazioni locali e internazionali, stanno dando i primi risultati.

Grande il contributo dato dalle scuole cristiane. Secondo Bishnu Karki, un esperto del settore, il merito dei risultati positivi è da attribuirsi all’operato degli istituti cattolici gesuiti e delle opere missionarie che negli ultimi anni hanno promosso in modo attivo lo sviluppo dell’educazione femminile. Ad AsiaNews spiega che «i cristiani, cattolici e non, che gestiscono scuole miste, hanno incoraggiato le ragazze nel Paese a iscriversi», mentre «nelle società tradizionali indù, come quella nepalese, alle ragazze viene negata la possibilità di imparare a leggere e a scrivere». 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 dicembre 2018

NOTIZIE CORRELATE