Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Nelle strade
di Seoul

· ​La missione degli studenti cattolici ·

Ispirati da Papa Francesco, i giovani universitari cattolici di Seoul si dedicano all’evangelizzazione di strada. La federazione degli studenti cattolici della città, infatti, ha organizzato, in questi giorni il Pax Festival a Sinchon, uno dei quartieri più vivaci della capitale, pieno di locali, ristoranti, pub e punti di ritrovo dei giovani coreani. Il festival è stato caratterizzato da attività di ascolto e dialogo, da performance musicali, teatrali e di danza realizzate in strada e si è concluso con una messa celebrata all’aperto.

I partecipanti sono stati ispirati dalle parole di Papa Francesco che, visitando la Corea del Sud nell’agosto 2014 per la sesta Giornata della gioventù asiatica, ha detto loro di «svegliarsi e andare avanti» nel donare il Vangelo. Per questo migliaia di ragazzi e ragazze — riferisce l’agenzia Fides — hanno scelto attività di «evangelizzazione di strada». Attraverso la testimonianza cristiana pubblica — ha sottolineato Clara Oh Yu-jung, presidente della Federazione degli studenti cattolici — «speriamo di incoraggiare i ragazzi a sentirsi orgogliosi della loro fede cattolica e a donarla agli altri. A volte, siamo in imbarazzo nel rivelare la fede cattolica in pubblico. Oggi», ha proseguito, «incoraggiamo i giovani a “uscire” e a interagire con gli altri al di fuori della Chiesa, con il coraggio di diventare testimoni del Vangelo».

Fra i partecipanti, molti hanno detto di essere impressionati dal magistero di Papa Francesco e per lui provano grande stima. Secondo padre Peter Choi Bong-yong, assistente della federazione degli studenti cattolici, «Pax Festival è un modo per portare il messaggio di Gesù al mondo esterno. Parlando del Vangelo a persone non cattoliche, gli studenti si rendono conto che la cosa più preziosa che posseggono è la fede».

Il movimento studentesco cattolico è iniziato nel 1954 con la fondazione della Korean Catholic Student Association. Oggi la federazione degli studenti cattolici conta circa 1.200 soci, provenienti da trentasei università di Seoul. Fra le attività pastorali, oltre alla messa domenicale, si organizzano campi estivi e attività sociali e di volontariato.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

24 aprile 2019

NOTIZIE CORRELATE