Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Nelle équipe pastorali
«esploratori coraggiosi»

· ​Lettera del cardinale vicario De Donatis ai parroci della diocesi di Roma ·

Dodici, come gli apostoli, ma anche di meno o di più (il numero è significativo ma non vincolante), purché «fuori dalle righe», «appassionati dello squilibrio», «esploratori coraggiosi», in grado di porsi all’«ascolto creativo della realtà e delle storie di vita»: dovrebbero avere queste caratteristiche le persone componenti l’équipe pastorale che collabora stabilmente con il parroco. A scriverlo, in una lettera indirizzata ai sacerdoti della diocesi di Roma, è il cardinale vicario Angelo De Donatis, che già si proietta sulla stagione 2019-2020 e sul processo di conversione e rinnovamento da mettere in atto nelle comunità. Servono non tanto «professionisti competenti e qualificati», quanto «cristiani apparentemente come tutti, ma in realtà capaci di sognare, di contagiare gli altri con i loro sogni, desiderosi di sperimentare cose nuove». Non «pensatori isolati», ma gente che abbia «voglia di incontrare gli altri», che non si vergogni «di farsi vicina ai poveri» ed eserciti «una certa attrazione sui giovani».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE