Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Nel segno
di Oscar Romero

· A colloquio con il porporato panamense José Luis Lacunza Maestrojuán sulla gmg 2019 ·

La gmg 2019 a Panamá sarà nel segno di Oscar Arnulfo Romero, il vescovo martire ucciso mentre celebrava la messa e oggi venerato dalla Chiesa come beato. Il cardinale panamense José Luis Lacunza Maestrojuán, vescovo di David, non ha dubbi: la «linea pastorale dell’opzione preferenziale per i poveri e gli emerginati – ha detto all’Osservatore Romano – è la stessa su cui Papa Francesco sta insistendo molto».

Come accoglie questa scelta di Papa Francesco?

Con molta gioia e come una sfida per me, per Panamá, e per la Chiesa locale; perché dobbiamo fare un enorme sforzo per rispondere a tutto ciò che implica accogliere, occuparsi della grande quantità di giovani che speriamo si metteranno in cammino soprattutto dal Centro e dal Sud America. Ci sono buoni collegamenti e crediamo che la scelta di Panamá sia un’opportunità per molti giovani di spostarsi in modo economico e rapido.

Perché il Papa latinoamericano ha voluto proprio Panamá?

Credo che ciò sia in linea con la sua preoccupazione per le periferie, ritenendo Panamá un luogo centrale per poter accogliere una grande quantità di giovani centroamericani che non hanno molte possibilità.

Ci sono figure spirituali di riferimento?

Quella centrale in questo momento è monsignor Romero, che è stata beatificato un anno fa e che aveva come linea pastorale la difesa dei più bisognosi e degli esclusi, che è la stessa di Papa Francesco. È stato un uomo, un pastore, che nella vita ha difeso i diritti dei più indigenti e la libertà di tutti gli uomini, nonostante l’oppressione di un governo militare e dittatoriale. Credo che ciò possa dare una voce di incoraggiamento anche alle istanze sociali che ancora si levano in alcuni Paesi del Centro America.

di Gianluca Biccini

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

16 dicembre 2017

NOTIZIE CORRELATE