Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Nel segno dell’armonia

· Prima visita in Albania del patriarca Cirillo ·

Nella seconda metà del secolo scorso «la Chiesa albanese ha dovuto sopportare persecuzioni senza precedenti per la sua brutalità. Grazie a Dio, ora tutto questo è finito e la libertà di fede è stata ripristinata nell’Albania di oggi, e persone di diverse comunità religiose ora possono vivere in pace gli uni con gli altri in questo paese multi-confessionale». È quanto ha detto il patriarca Cirillo nel corso della sua visita a Tirana, la prima di un capo spirituale dell’ortodossia russa in terra albanese. Accolto dall’arcivescovo Anastasio di Tirana, il patriarca di Mosca ha avuto modo di celebrare la divina liturgia nella cattedrale ortodossa della capitale. Al centro dei colloqui tra le due delegazioni, come informa il sito in rete del dipartimento per le relazioni esterne del patriarcato di Mosca, la cooperazione tra la Chiesa ortodossa russa e quella albanese, specialmente nei settori dell’educazione e dello studio teologico insieme all’esame di una vasta gamma di questioni riguardanti la situazione dell’ortodossia nel mondo. Tuttavia, proprio la commemorazione delle enormi sofferenze patite dai cristiani e dagli uomini di fede durante i lunghi anni del regime comunista è stato il leitmotiv della visita. L’arcivescovo Anastasio ha sottolineato come, superato il periodo oscuro della repressione, adesso l’Albania, paese a maggioranza islamica, sta fiorendo «nella piena libertà religiosa». Infatti, ha aggiunto, «tutte le comunità religiose partecipano a questo sviluppo. In tutti questi anni abbiamo cercato di coltivare rispetto reciproco, solidarietà e sincera convivenza armoniosa».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 luglio 2019

NOTIZIE CORRELATE