Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Nel mondo il grido della preghiera

· Le adesioni all'appello di Papa Francesco ·

Alle orecchie di Dio le preghiere sono più rumorose e assordanti dei tamburi della guerra. È la convinzione dei presuli di Terra Santa di fronte ai sinistri venti di guerra che spingono per aggiungere altro sangue e altra sofferenza a quelli che ormai da tempo affliggono la Siria e la regione mediorientale. L’Assemblea degli ordinari cattolici di Terra Santa aderisce perciò alla speciale giornata  di preghiera e digiuno indetta da Papa Francesco per sabato 7 settembre auspicando che «ogni ordinario nella sua diocesi, eparchia o esarcato, ogni parroco nella sua parrocchia e con i suoi parrocchiani, possano organizzare la giornata come più conviene». Affinché — è questa la convinzione profonda —  l’eco delle preghiere che salgono dalle nostre labbra possa coprire il rumore dei tamburi di guerra». Nella stessa direzione vanno le parole di Gregorios III Laham, patriarca di Antiochia dei Greco-Melkiti, per il quale  «la giornata di preghiera annunciata dal Papa è un gesto straordinario di pace, che conferma il grande amore di Francesco per questa terra martoriata». È una risposta corale anche quella che giunge dal laicato cattolico.  L’Azione cattolica (Ac) italiana, come tutte le Ac del mondo riunite nel Forum internazionale di Azione cattolica, condivide «il grido della pace» di cui Papa Francesco si è fatto interprete nel corso dell’Angelus di domenica scorsa  e rinnova «il proprio impegno a essere un anello di quella grande catena di donne e uomini di speranza, di dialogo e di solidarietà che considerano la pace un bene prezioso che supera ogni barriera, da promuovere e tutelare sempre». Analoghi adesioni sono state espresse da Comunione e liberazione, Comunità di Sant'Egidio e movimento dei Focolari.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

17 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE