Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Nel chiostro del mondo

· Papa Francesco ai frati minori ·

«Minorità significa anche uscire da se stessi, andare oltre le abitudini e le sicurezze, per testimoniare concreta vicinanza ai poveri».

Lo ha ricordato Papa Francesco a circa duecento partecipanti al capitolo generale dell’ordine dei frati minori, ricevuti in udienza martedì 26 maggio, nella Sala Clementina. «Fratelli e minori nel nostro tempo» è il tema affrontato dai capitolari al quale il Pontefice ha fatto riferimento nel suo discorso. «La minorità — ha spiegato — chiama ad essere e sentirsi piccoli davanti a Dio, affidandosi totalmente alla sua infinita misericordia». Di contro «la prospettiva della misericordia è incomprensibile per quanti non si riconoscono “minori”, cioè piccoli, bisognosi e peccatori davanti a Dio». Quanto alla fraternità il Papa ha esortato la famiglia religiosa a esprimerla concretamente, «mediante un recupero di fiducia reciproca nelle relazioni interpersonali, affinché il mondo veda e creda, riconoscendo che l’amore di Cristo guarisce le ferite e rende una cosa sola».

Il discorso del Papa

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE