Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Navi dell’Ue
in acque libiche

· Gli Stati Uniti pronti ad alleggerire l’embargo sulle armi ·

Ore cruciali per la Libia. Le unità navali dell’Unione europea della missione Eunavfor Med si preparano a entrare nelle acque territoriali, per addestrare la Guardia costiera libica. Mentre il capitolo della lotta al cosiddetto Stato islamico (Is) segna l’apertura degli Stati Uniti all’alleggerimento dell’embargo sulle armi, con l’obiettivo di rafforzare il dispositivo militare del Governo di unità nazionale per sradicare i jihadisti dal Paese.

Nave della Marina militare italiana al largo della Libia (Afp)

I riflettori sono ora puntati sulla conferenza in programma lunedì a Vienna, fortemente voluta dagli Stati Uniti e dall’Italia, in prima linea nel percorso per la stabilizzazione della Libia. Per ottenere l’alleggerimento sull’import di armamenti, Tripoli dovrebbe presentare «un elenco coerente e dettagliato degli strumenti necessari per un’offensiva anti-Is», spiegano fonti del Palazzo di Vetro, da sottoporre poi al Consiglio di sicurezza per valutare eventuali eccezioni all’embargo, in vigore dal 2011. Fonti informate hanno precisato che l’ingresso in acque libiche delle navi Ue in funzione di addestramento non costituisce l’avvio della cosiddetta fase 2, quella che prevede operazioni in acque territoriali per la caccia e la lotta contro i trafficanti di esseri umani, quanto piuttosto un ulteriore passo in questa direzione. Intanto si continua a combattere: nell’est, violenti scontri sono in corso da ieri tra le forze armate libiche e gruppi jihadisti (affiliati ad Ansar Al Sharia) a El Qawarsha, a ovest di Bengasi. Il bilancio è di sette morti (quattro militari e tre miliziani). Nell’ovest, continua l’offensiva dei miliziani dell’Is a sud di Misurata.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

15 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE