Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Naufragio nell’Egeo

· Sono annegati due donne e cinque bambini migranti ·

Uno dei tanti barconi colmi di migranti che ogni giorno attraversano il Mediterraneo (Ap)

Nuova tragedia legata all’immigrazione nel Mediterraneo. Almeno sette persone, due donne e cinque bambini, sono morte nel naufragio di un barcone carico di migranti nel mar Egeo. Il fatto è avvenuto nella tarda serata di ieri. Lo riferisce la guardia costiera turca. Il natante, diretto verso le isole greche, è affondato al largo di Cesme, località costiera nella provincia di Smirne. Secondo le autorità marittime di Ankara, a bordo c’erano 18 persone, nove delle quali (quattro iracheni, tre somali e due siriani) sono state soccorse. Proseguono inoltre le ricerche di un altro migrante, che al momento risulta disperso. Il presunto scafista avrebbe invece abbandonato il barcone mentre stava affondando e ora è ricercato. Nelle operazioni di salvataggio sono stati impiegati tre navi e un elicottero. Dall’accordo tra Turchia e Unione europea del marzo 2016, il flusso di migranti e rifugiati verso le isole greche si è ridotto a una media quotidiana di poche decine. Ciònonostante, tragedie come questa continuano a ripetersi.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE