Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Nasce il corridoio economico
Cina-Pakistan

· Il presidente Xi Jinping a Islamabad ·

Il presidente cinese, Xi Jinping, è giunto oggi a Islamabad per una visita di due giorni, la sua prima all’estero nel 2015 e la prima di un presidente cinese in Pakistan da nove anni.

Una strada a Islamabadapprontata per la visita di Xi Jinping (Ap)

Accompagnato da una folta delegazione di membri del partito, del Governo e del mondo imprenditoriale cinese, Xi è stato ricevuto dalle massime cariche dell’Esecutivo e dello Stato pakistano, fra cui il presidente Mamnoon Hussain, il primo ministro Nawaz Sharif, e il comandante delle forze armate, generale Raheel Sharif.

Fonti ufficiali hanno indicato che durante la sua permanenza il capo dello Stato cinese firmerà numerosi accordi con il suo principale alleato in Asia meridionale, nei settori delle infrastrutture, dell’energia e delle comunicazioni, parte del cosiddetto corridoio economico Cina-Pakistan. Questo progetto, che collega il porto sull’oceano Indiano di Gwadar (Baluchistan pakistano) con la regione occidentale cinese dello Xinjiang, prevede investimenti per 46 miliardi di dollari di cui 27 miliardi già pronti per la firma.

La cooperazione tra Pechino e Islamabad — che l’anno scorso ha superato quota 16 miliardi di dollari — prevede dunque la realizzazione di un asse economico tra i due Paesi, ma la Cina ha confermato che non intende usare i fondi della nuova banca di investimenti e infrastrutture asiatica, la Asian Infrastructure Investment Bank, né il fondo da 40 miliardi di dollari per le infrastrutture della nuova Via della seta.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

17 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE