Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Muro contro muro

· Nulla di fatto all’Eurogruppo nelle trattative sul debito greco ·

Nuovo incontro fissato per venerdì

È muro contro muro tra Grecia ed Eurogruppo, con i ministri che perdono la pazienza e lanciano un ultimatum ad Atene. Il Governo Tsipras ha fino a venerdì per decidere se vuole un’estensione dell’attuale programma di aiuti oppure se preferisce essere lasciato solo a se stesso, con le scadenze che da marzo non potrà onorare.

Se non chiederà l’estensione del programma, infatti, Atene non potrà più contare nemmeno sul Fondo monetario internazionale (Fmi), che senza programma — e quindi controllo — europeo, chiuderà i cordoni della borsa. Ma nonostante i toni duri, per il ministro dell’Economia italiano, Pier Carlo Padoan, non c’è alcun rischio di un’uscita della Grecia dalla moneta unica. Insomma, le condizioni di dialogo ci sono. L’Eurogruppo ha rimesso di nuovo sul tavolo la proposta di un’estensione del programma di aiuti, suscitando le perplessità greche, esattamente come mercoledì scorso, nel precedente Eurogruppo. Per il Governo Tsipras, le condizioni europee sono «assurde, inaccettabili: siamo stati eletti proprio per cambiare il programma, non per portarlo a termine». In particolare, la richiesta ellenica è quella di un prestito ponte fino ad agosto per avere il tempo necessario alla costituzione di un nuovo piano. Ma per l’Europa non c’è alcuna alternativa all’estensione del programma attuale: «L’estensione è l’unica strada», ha detto senza mezzi termini il commissario agli Affari economici e monetari, Pierre Moscovici, che ha quindi invitato i greci a essere «logici e non ideologici», perché il problema non è la fraseologia, bensì trovare «un terreno comune».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE