Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

In mostra il grido delle lacrime silenziose

Ha raccolto le testimonianze di 25 donne provenienti da 20 paesi la fotografa australiana Belinda Mason: il risultato di questi racconti di maltrattamenti, botte, mutilazioni genitali, abusi sessuali, violenze, abbandono e sterilizzazioni forzate è confluito nella mostra multimediale Silent tears. Promossa dall’Australian Council for the Arts, l’esposizione (che dopo l’Australia ha fatto tappa a Ginevra, Berlino e Venezia) racconta le donne disabili vittime di violenza e le donne divenute disabili a causa delle violenze subite tra le mura domestiche o all’interno di strutture in teoria destinate all’accoglienza.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

25 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE