Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Ricostruire i ponti

· Riunione a Mostar della Commissione dei frati minori per il dialogo interreligioso ·

«Testimoniare l’identità della Chiesa Cattolica per costruire il dialogo nella vita quotidiana per donare una speranza alla Bosnia ed Erzegovina»: con queste parole il cardinal Vinko Puljić ha accolto la Commissione internazionale per il dialogo ecumenico e interreligioso dei frati minori il 22 febbraio, a Sarajevo; la commissione è stata ricevuta dal cardinale nell’ambito della riunione annuale, che si è tenuta nei giorni dal 19 al 24 febbraio a Mostar.

La Commissione, istituita alla fine degli anni ’80 come gesto concreto per favorire una sempre maggior presenza dei francescani nella promozione del dialogo, si è riunita a Mostar accogliendo l’invito della locale provincia dei frati minori che, da anni, è impegnata in prima linea «nella costruzione di ponti per la creazione di un dialogo con il quale immaginare un futuro per una società che porta dentro di sé le ferite di un secolo, segnato da tre guerre e da quarant’anni di comunismo», come ha detto il padre Iko Sosko nell’introdurre i lavori della Commissione, presieduta dal francescano statunitense Russel Murray. Nella riunione ampio spazio è stato dedicato a un confronto su quanto, nell’ordine francescano e fuori dall’ordine, si sta preparando per celebrare l’800° anniversario dell’incontro tra san Francesco e il sultano Malik al Kamil. Frate Mike Calabria, presidente della sottocommissione per il dialogo con l’islam, ha presentato una serie di iniziative con le quali «ci si propone di riaffermare l’importanza per i francescani del XXI secolo di proseguire il dialogo con il mondo islamico, nella riscoperta del comune patrimonio di valori per la pace, alla luce dell’eredità di Francesco». (riccardo burigana )

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE