Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Mosca esclude
la pista dell’attentato

· Dolore del Pontefice per la sciagura aerea nel Mar Nero ·

La Russia ha sospeso oggi tutti i voli di aerei Tu-154 in attesa dei risultati dell’indagine sulla sciagura area nella quale sono morte 92 persone, tra le quali 64 membri del coro dell’Armata Rossa. Viene esclusa, per il momento, la pista terroristica. Risposte più concrete sulla dinamica dell'incidente dovrebbero arrivare dall’analisi di una delle tre scatole nere che è stata ritrovata nelle prime ore di oggi. Le vittime sono state ricordate nella preghiera da Papa Francesco, ieri dopo l’Angelus. 

L’aereo, un Tu-154, diretto in Siria, è precipitato nel Mar Nero la mattina di Natale, pochi minuti dopo aver lasciato l’aeroporto di Sochi, nel sud della Russia, dove, provenendo da Mosca, aveva effettuato uno scalo tecnico. Non c’è stato nessun sopravvissuto tra i passeggeri. A bordo c'erano alcuni soldati, nove giornalisti e i membri del coro dell’esercito russo che si stavano recando nella base aerea di Jmeimim, dove Mosca ha dispiegato truppe dell’aviazione. Tra i passeggeri c'erano anche Vladimir Ivanovsky, capo della polizia militare, ed Elizaveta Glinka, presidente della fondazione a sostegno dei malati terminali di cancro (Fair Aid), che stava trasportando aiuti destinati a un ospedale siriano.
Il presidente russo, Vladimir Putin, ha chiesto al primo ministro, Dmitri Medvedev, di guidare la commissione di inchiesta. Da parte sua, il ministero dei trasporti ha parlato di «errore del pilota o guasto tecnico».
L’analisi dei dati contenuti nella scatola nera dovrebbe consentire di ricostruire, almeno in parte, le cause della scomparsa dell’aereo dai radar un paio di minuti dopo il decollo alle 5:25 del mattino di domenica 25 dicembre. Il velivolo — dicono gli analisti tecnici — era in servizio dal 1983 e aveva alle spalle settemila ore di volo. 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

27 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE