Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Mosca e Kiev
parlano di pace

· In Normandia prove di disgelo anche tra Putin e Obama ·

Per la prima volta dall’inizio della crisi ucraina si è svolto un dialogo diretto tra il presidente statunitense, Barack Obama, e quello russo, Vladimir Putin. L’inatteso faccia a faccia ha avuto luogo a margine della colazione dei capi di Stato e di Governo al castello di Bénouville, in Francia, dove si sono tenute le celebrazioni per i settanta anni dello sbarco in Normandia.

Assolutamente informale, l’incontro si è tenuto in seguito al gesto di apertura del capo del Cremlino, che poco prima aveva avuto un altro colloquio a sorpresa con il neo presidente ucraino, Petro Poroshenko, dopo gli incontri con David Cameron, François Hollande e Angela Merkel. La discussione di un quarto d’ora tra i leader di Mosca e Kiev si è tenuta sotto l’egida dello stesso Hollande e in presenza del cancelliere tedesco.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE