Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Mosca e Atene
rafforzano la cooperazione

· ​Colloquio ad Atene tra il presidente Putin e il premier Tsipras ·

Il presidente russo, Vladimir Putin, in visita ufficiale in Grecia, e il primo ministro ellenico, Alexis Tsipras, hanno deciso di ampliare la collaborazione tra Atene e Mosca, nei limiti delle sanzioni imposte dalla Unione europea.

«Nonostante i tempi difficili, la collaborazione greco-russa avanza», ha affermato Putin al termine dell’incontro di ieri. Tsipras, dal canto suo, ha affermato che la Grecia intende comunque rispettare le sanzioni decise dai Ventotto. Per il primo ministro greco, non può esistere, però, «un’architettura di sicurezza europea senza la Russia».

Il rafforzamento dei rapporti con la Russia «è una scelta strategica dettata sia dagli stretti legami storici, culturali e politici, che dalle possibilità che si aprono davanti a noi e dalle possibilità di rafforzare la stabilità della regione», ha poi aggiunto Tsipras, citato dall’agenzia di stampa greca Ana Mpa. Nel loro incontro, Putin (che sta effettuando la prima visita ufficiale in un Paese dell’Ue dall’inizio dell’anno) e Tsipras hanno anche parlato della crisi dei migranti, del progetto di gasdotto South Stream e dei rapporti della Russia con la Nato, alleanza di cui Atene fa parte. A riguardo, il presidente della Russia ha dichiarato che, dopo la recente apertura di una base missilistica della Nato a Deveselu, in Romania, Mosca «è costretta a intraprendere certe misure per garantire la propria sicurezza».

La Russia — informano gli analisti politici — accusa gli Stati Uniti di violare il Trattato sugli armamenti nucleari di medio raggio, tramite l’installazione di sistemi di lancio missilistico in Romania. Oggi, nel suo secondo giorno in Grecia, Putin visiterà il Monte Athos, dove si trova il monastero di San Panteleimon, abitato per lo più da monaci russi. Qui, secondo quanto riferito, sarà raggiunto dal capo della Chiesa ortodossa russa, il patriarca Kirill.  

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

27 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE