Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Morto in Francia padre André Louf

Uomo nutrito alle fonti dei padri d'oriente e d'occidente. È morto il 12 luglio nel monastero di Mont-des-Cats (Francia), padre André Louf, monaco trappista e autore spirituale tra i più noti anche in Italia. Era nato a Leuven (Belgio) nel 1929 ed era entrato in monastero nel 1947, poco dopo la seconda guerra mondiale. Nel 1963 è eletto abate di Mont-des-Cats, ministero che svolgerà per 34 anni, guidando la sua comunità con sapienza e discernimento negli anni del concilio Vaticano II e del successivo «aggiornamento» teso a una rinnovata fedeltà del monachesimo alle sue istanze evangeliche. Con la sua paternità spirituale ha formato generazioni di monaci, alcuni dei quali divenuti a loro volta abati di altri monasteri.

Nel 2004, su invito di papa Giovanni Paolo II, dom Louf aveva composto le meditazioni per la Via Crucis del Venerdì santo al Colosseo. In Italia diverse sue opere sono state pubblicate dalla Edizioni Qiqajon della Comunità di Bose, dove si recava quasi ogni anno per dar voce alla spiritualità del monachesimo occidentale in occasione dei convegni internazionali di spiritualità ortodossa.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

16 gennaio 2019

NOTIZIE CORRELATE