Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Mondo assetato

· Al tasso attuale di crescita la richiesta di acqua raddoppierà mettendo a rischio le generazioni future ·

Ancora un miliardo di persone tagliate fuori dalle risorse potabili

Al tasso attuale di crescita, la domanda mondiale di acqua per uso domestico e industriale raddoppierà entro il 2050, mettendo a rischio la sua disponibilità in quantità sufficiente per la generazione futura.

L’allarme arriva dall’International Institute for Applied Systems Analysis (Iiasa) di Vienna, secondo cui misure per incrementare l’efficienza e ridurre i consumi possono stabilizzare la domanda. Le stime sull’uso delle risorse idriche dipendono da una serie di fattori, tra cui la crescita della popolazione e dell’economia, il cambiamento climatico, l’agricoltura, la produzione di energia e le politiche adottate a livello locale, regionale e internazionale. Una gestione sostenibile che tenga conto di tutti questi fattori, indicano gli esperti, è fondamentale soprattutto per i Paesi poveri. Grazie agli Obiettivi di sviluppo del millennio delle Nazioni Unite, il sette per cento in più della popolazione mondiale ha ottenuto l’accesso all’acqua potabile, ma almeno un miliardo di persone è ancora tagliato fuori, mentre sono trentacinque milioni le morti ogni anno per malattie legate all’acqua.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE