Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

In Molise
la terra torna a tremare

· Tanta paura ma pochi danni per tre forti scosse di terremoto ·

La terra torna a tremare in Molise. Tre forti scosse in meno di 48 ore hanno riportato la paura tra la popolazione, ma fortunatamente hanno provocato solo pochi danni. Dopo il sisma di magnitudo 4.6 della vigilia di Ferragosto, alle 20.19 di ieri sera la terra è tornata a essere scossa da una breve — un minuto e mezzo — ma intensa ondata, questa volta sussultoria, di magnitudo 5.1, avvertita in tutta l’Italia centrale. Una scossa seguita da numerose altre minori, con una replica forte alle 22.22, di intensità 4.4. L’epicentro dei tre eventi è stato individuato nella zona di Montecilfone, in provincia di Campobasso. La gente è scesa in piazza in tutti i paesi del basso Molise, dal mare alle colline: Termoli, Campomarino, San Giacomo degli Schiavoni, Guglionesi, Palata, Guardialfiera e Acquaviva, il comune epicentro di una forte scossa, di magnitudo 4.2 registrata, il 25 aprile scorso. In molti hanno preferito trascorrere la notte in auto.

Subito è scattata la macchina della protezione civile, già intervenuta la notte del 14 e rimasta in allerta. Sono in corso verifiche sugli edifici di Montecilfone e dei comuni vicini. Numerose le segnalazioni di danni ad abitazioni. A Palata il municipio è risultato inagibile. Controlli sono in corso sulla diga del Liscione e sul lungo viadotto che percorre l’invaso e che si trova a una decina di chilometri dall’epicentro. Secondo Carlo Doglioni, presidente dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, quello in atto è evento simile a quello di San Giuliano di Puglia del 31 ottobre 2002 nel quale morirono 27 bambini e una maestra.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

23 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE