Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Mobilitazione
più ampia per le donne

· Nuova iniziativa della campagna del Wcc ·

Ginevra, 1. Nuovo impulso alla campagna contro la violenza sulle donne, denominata «Thursdays in black», da parte del World Council of Churches (Wcc). L’organismo ecumenico, infatti, ha deciso di rilanciare la campagna rifacendo il logo e dando la possibilità ad altri organismi e associazioni di utilizzarlo. L’iniziativa dei «giovedì in nero» si inserisce nell’omonima campagna di sensibilizzazione sulla violenza basata su discriminazioni sessuali e in particolare sull’utilizzo della violenza sessuale come strumento di offesa in situazioni di guerre e di conflitti, campagna le cui origini risalgono agli anni Settanta e alle proteste delle madri dei desaparecidos in Argentina. Il movimento è poi diventato internazionale, con analoghe esperienze in altri paesi come Bosnia ed Erzegovina , Palestina e Sudafrica. Il World Council of Churches ne è diventato uno dei primi e più importanti sostenitori dagli anni Ottanta, nel «decennio di solidarietà delle Chiese con le donne» (1988-1998), focalizzandosi su una protesta pacifica contro lo stupro e la violenza.

A partire dal 31 maggio scorso il Wcc aveva avviato una nuova iniziativa sulla scia della profonda emozione suscitata nei suoi e nelle sue rappresentanti che si erano recati tra il 2017 e il 2018 in diversi paesi come Nigeria, Burundi e Colombia, incontrando le vittime di ogni forma di violenza fisica e psicologica, protratta per anni. In tutti i paesi, i pellegrini del Wcc hanno visitato e parlato con molte donne vittime di violenze con le quali hanno condiviso le loro storie devastanti. Da questi incontri era nata un’iniziativa con una serie di preghiere settimanali pubblicate sul sito del World Council of Churches proprio in corrispondenza di ogni «giovedì in nero», per sensibilizzare l’opinione pubblica su questo importante tema. «Queste donne — hanno sottolineato dal Wcc — mostrano, nonostante tutto, una forza incredibile che deriva dalla loro fede in Dio che è in grado di trasformare il conflitto in giustizia e pace».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

24 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE