Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Misericordia nella solidarietà

· ​Incontro dei segretari generali degli episcopati europei ·

«La misericordia nella solidarietà» è l’argomento al centro dell’incontro dei segretari generali delle conferenze episcopali in Europa che si tiene a Berlino dal 30 giugno al 3 luglio. Nella quattro giorni di lavori, il tema verrà sviluppato a partire da tre prospettive: accoglienza e integrazione di migranti e rifugiati, le famiglie alla luce dell’esortazione apostolica Amoris laetitia, dinamismo della sinodalità espressa nella solidarietà tra le conferenze episcopali stesse.

I lavori saranno aperti dal segretario generale del Consiglio delle conferenze episcopali d’Europa (Ccee), monsignor Duarte da Cunha, e dal segretario della Conferenza episcopale tedesca, padre Hans Langendörfer. Dopo un momento dedicato alla presentazione della Chiesa in Germania, il pomeriggio di domani sarà dedicato alla condivisione dei temi più importanti e urgenti in esame nei rispettivi episcopati. Seguirà una concelebrazione eucaristica alla quale prenderà parte, fra gli altri, il presidente della Conferenza episcopale tedesca, cardinale Reinhard Marx, arcivescovo di München und Freising.

In un recente incontro fra i presuli rappresentanti delle Conferenze episcopali di Francia, Regno Unito e Germania, sulla situazione delle migrazioni in Europa, monsignor da Cunha ha ricordato l’impegno delle comunità cattoliche verso gli ultimi e gli indifesi. «La Chiesa — ha detto — è in prima linea nel prendersi cura della gente bisognosa, ma è anche impegnata a costruire, non tanto a parole ma con gesti concreti, l’armonia e la coesione sociale. Solo se amiamo e accogliamo l’altro con amore, la risposta sarà amore. Se invece abbiamo paura e ci difendiamo, la risposta saranno sfida e tensione». In numerose occasioni, i responsabili delle Chiese in Europa hanno espresso l’urgenza di una politica dell’accoglienza per rispondere in maniera concreta alla crisi migratoria, che siano rispettati i diritti dei rifugiati e che si ponga fine al più presto e in modo pacifico al disastro della guerra irrisolta in Siria e di altri focolai sparsi in molte regioni del mondo.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE