Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Mille persone salvate nel Mediterraneo

· ​Trentuno operazioni nel canale di Sicilia ·

Francia e Germania chiedono più controlli

Oltre mille persone sono state tratte in salvo da imbarcazioni in difficoltà al largo delle coste libiche nella sola giornata di ieri, che per fortuna non ha fatto registrare nuove tragedie nel Mediterraneo. 

Una fase di un’operazione di soccorso nel canale di Sicilia (Ansa)

Sono stati infatti 1.123 i profughi e migranti soccorsi in nove distinte operazioni coordinate dalla Marina italiana, che hanno prestato assistenza a sette gommoni, un barcone e una piccola lancia stracarichi di persone. Complessivamente, negli ultimi quattro giorni le operazioni di soccorso nel canale di Sicilia sono state 31 e hanno consentito di mettere in salvo 4649 persone, a conferma di un flusso di civili in fuga che non accenna a diminuire. Così come resta drammatica anche la situazione dei profughi giunti a migliaia negli ultimi mesi in Grecia dalla Turchia e che si muovono attraverso i Balcani nel tentativo di raggiungere i Paesi centrali e settentrionali dell’Unione europea.

Nel frattempo, Francia e Germania hanno chiesto ieri il dispiegamento di agenti dell’Unione europea per i controlli alle frontiere esterne dato che — questa la motivazione — gli Stati membri non hanno le risorse per svolgerli.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE