Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Migranti soccorsi a sud di Lampedusa

· Un’altra tragedia scongiurata dalle unità navali italiane ·

L’ennesima tragedia delle migrazioni è stata scongiurata da unità navali italiane che tra ieri sera e oggi hanno tratto in salvo oltre trecento persone, compresi diversi bambini e una quarantina di donne, a bordo di barconi in difficoltà. Il primo intervento c’è stato ieri sera a 55 miglia a sud di Lampedusa. Dopo la segnalazione di un peschereccio tunisino, un elicottero della nave militare “Cigala Fulgosi” ha individuato il natante in difficoltà. Raggiunta la zona e accertata la necessità di intervento, l’unità navale ha incominciato a imbarcare le persone che necessitavano di cure sanitarie, comprese quattordici donne, una delle quali incinta, quattro bambini e un uomo con le stampelle. In supporto all’azione sono poi giunte motovedette della guardia di finanza e della guardia costiera. Sulla rotta per il ritorno, alla “Cigala Fulgosi” è stato segnalato un altro barcone in difficoltà e la procedura si è ripetuta, traendo in salvo in questo caso un’ottantina di persone, comprese dieci donne, quattro delle quali incinte.

Una trentina di migranti, presumibilmente appena sbarcati, sono stati invece individuati oggi sulla costa calabrese, nei pressi di Crotone. Ieri due barconi si erano incagliati sulle coste siciliane. Il primo, con a bordo circa 150 persone, secondo testimonianze raccolte dalle forze dell’ordine, si è incagliato alla foce del fiume Tellaro, in provincia di Siracusa. Sul natante i militari della capitaneria di porto di Siracusa hanno trovato tre minorenni. Polizia e carabinieri hanno poi bloccato una settantina dei migranti che avevano cercato di dileguarsi nelle campagne. Poche ore dopo, un altro barcone, sembra con a bordo 57 persone, si è arenato a Punta Bianca, nell’agrigentino.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

12 novembre 2019

NOTIZIE CORRELATE