Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Migranti
senza risposte

· ​Ancora morti in mare mentre l’Europa discute sul sistema Schengen ·

Mentre l’Europa continua a discutere sulla tenuta del sistema Schengen, si registrano nuove tragedie dell’immigrazione. Davanti alle coste dell’isola di Kos, nell’Egeo, sei migranti, tra cui un bambino, sono morti in un naufragio. Numerosi i dispersi. 

Migrante cerca di riscaldarsi attorno a un fuoco in un campo nel nord della Grecia (Ap)

Meno di 24 ore prima in un altro naufragio erano morte cinque persone al largo dell’isola greca di Farmakonisia. Sul piano politico, il Parlamento danese ha approvato ieri a schiacciante maggioranza una controversa riforma del diritto d’asilo che punta a scoraggiare i migranti a raggiungere il Paese, pena tra l’altro la confisca dei loro effetti personali di valore per finanziare i servizi di soggiorno. In base alle nuove regole, la polizia potrà perquisire e sequestrare ai migranti le somme eccedenti le 10.000 corone (1.340 euro) e tutti i beni individuali di valore superiore a questo ammontare. Intanto, oggi si riuniscono i commissari dell’Unione europea per discutere la proposta emersa dal summit informale dei ministri dell’Interno dei Paesi membri di attivare l’articolo 26 dell’accordo di Schengen che prevede la sospensione dell’accordo stesso per almeno due anni, con la reintroduzione delle misure di controllo alle frontiere. Il rischio più concreto — dicono gli analisti — è quello di una “mini-anti-Schengen”, ovvero il costituirsi di un blocco di diversi Paesi (sei per il momento: Germania, Austria, Danimarca, Svezia, Francia e Norvegia) che di fatto usciranno dall’accordo, con conseguenze drammatiche per gli altri alle prese con gli arrivi. 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

15 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE