Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Migranti in attesa di famiglia

· Appello dell’episcopato degli Stati Uniti ·

Dall’episcopato degli Stati Uniti arriva un nuovo allarme sulle condizioni dei migranti e delle loro famiglie. A lanciarlo è stato monsignor James Anthony Tamayo, vescovo di Laredo (Texas), diocesi particolarmente coinvolta dal fenomeno dell’immigrazione. Il presule ha lamentato il ritardo della riforma dell’immigrazione, che lascia ancora molte famiglie di immigrati separate per la mancanza dei documenti necessari al ricongiungimento. «A Laredo — ha sottolineato il presule — continuiamo ad aiutare le famiglie di centroamericani che arrivano per cercare di ricongiungersi con i loro parenti negli Stati Uniti. Forse non tutti sanno che la migrazione si è ridotta in modo significativo e ora arrivano solo cinque, dieci famiglie al giorno e non le oltre cento dei mesi passati».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE