Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Migranti
al Consiglio di sicurezza

· ​Lunedi la riunione straordinaria al Palazzo di vetro mentre nel Mediterraneo si continua a morire ·

Il bilancio delle vittime nel Mediterraneo cresce inesorabile di ora in ora, mentre la questione dei migranti in Europa giunge finalmente al Consiglio di sicurezza dell’Onu che ne discuterà lunedì prossimo. 

I particolari della nuova, ennesima tragedia sono emersi dalle testimonianze dei superstiti approdati ieri a Catania. Sarebbero infatti almeno quaranta i morti, annegati mentre cercavano di salvarsi, proprio quando i mezzi di soccorso stavano agganciando il loro gommone alla deriva. Ma il bollettino degli sbarchi continua ad aggiornarsi. Questa mattina è giunto al porto di La Spezia una nave maltese con a bordo oltre quattrocento migranti soccorsi nei giorni scorsi. A Napoli ha attraccato invece la nave Foscari, con a bordo oltre 560 persone, tra le quali 75 minori e cinque donne incinte.

Per cercare di dare una risposta alla tragedia che coinvolge migliaia di persone, il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite si riunirà lunedì prossimo. Ad aprire i lavori sarà l’alto rappresentante dell’Ue per la Politica estera e di sicurezza comune, Federica Mogherini, che farà il punto della situazione ai Quindici e illustrerà loro la bozza di piano di intervento europeo che prevede sia il salvataggio in mare che un giro di vite senza precedenti contro i trafficanti di esseri umani. L’Ue vuole ottenere il sostegno del Consiglio di sicurezza per realizzare un piano che non escluda il ricorso ad azioni contro le imbarcazioni usate dai trafficanti. Gran Bretagna e Francia, membri permanenti del Consiglio, e Spagna e Lituania, a rotazione, stanno lavorando con l’Italia per una bozza di risoluzione a sostegno del progetto di intervento.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

11 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE