Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Metà dei minori migranti
resta senza istruzione

· ​E l’Unhcr avverte che così si preparano altri conflitti ·

Esclusi da qualunque percorso di istruzione: accade a oltre la metà dei minori migranti, secondo l’allarme lanciato dall’Unhcr. Intanto, nella notte c’è stato l’ennesimo sbarco di centinaia di persone sulle coste italiane, tratte fortunatamente in salvo nelle acque del Mediterraneo, ma tra loro c’erano anche cinque cadaveri. 

Bambini nel campo profughi di Kokkinotrimithia a Cipro (Afp)

 Si fa sempre più allarmante il quadro sui minori coinvolti nei flussi migratori nel mondo. Sono almeno 3,7 milioni i bambini che non ricevono alcuna istruzione primaria o secondaria: tra questi, 900.000 vivono in Siria. L’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (Unhcr) ha pubblicato questi dati sottolineando che la cifra rappresenta oltre la metà dei sei milioni di migranti in età scolare. «Troppo spesso — ha sottolineato l’Alto commissario Filippo Grandi — l’educazione per i bambini rifugiati viene considerata un lusso, un optional extra non essenziale dopo il cibo, l’acqua, un posto dove stare e le cure mediche».

Grandi ha ricordato che «la mancanza di un’istruzione di base può essere enormemente dannosa, non solo per gli individui, ma anche per la società, perpetuando cicli di scontri e ulteriori movimenti di massa di persone».

In vista del vertice al Palazzo di Vetro sui migranti, che si terrà il 19 settembre, Grandi, dunque, ha invitato i Paesi donatori a farsi carico di questo problema.

Guardando all’Italia, un’intera notte ci è voluta per completare lo sbarco di 656 migranti arrivati ieri nel tardo pomeriggio nel porto di Pozzallo, in Sicilia. Prima sono stati sbarcati i feriti e tra questi un migrante colpito da arma da fuoco.  

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE