Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Messaggio
di riconciliazione

· Storica visita del premier giapponese a Pearl Harbor ·

Il 26 e 27 di questo mese di dicembre, nell’arco di due giorni, il primo ministro giapponese, Shinzo Abe, visiterà il territorio statunitense dello stato delle Hawaii. Una visita decisa personalmente dal premier: nel corso di un incontro a margine della riunione dell’Apec svoltasi in Perú a novembre, Abe e il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, hanno concordato di tenere un altro vertice a dicembre e di recarsi in visita a Pearl Harbor. 

l memoriale alle vittime dell’attacco  del 1941 a Pearl Harbor (Afp)

Quest’anno ricorre il 75° anniversario dell’attacco da parte del Giappone e la visita del primo ministro a Pearl Harbor è l’occasione per trasmettere in modo forte al mondo la ferma determinazione a rinunciare alla guerra e il valore della riconciliazione. Abe visiterà le Hawaii e, assieme al presidente Obama, renderà omaggio ai caduti presso il memoriale della corazzata statunitense Arizona a Pearl Harbor. Un tempo paesi nemici, il Giappone e gli Stati Uniti dopo la seconda guerra mondiale hanno stretto una alleanza basata su valori condivisi. Questa visita sarà un simbolo della riconciliazione tra i due paesi e diverrà un’occasione per riaffermare una forte alleanza proiettata verso il futuro. Nel contempo, la visita sarà anche un’importante occasione per riaffermare la ferma determinazione di rinunciare alla guerra. L’alleanza tra il Giappone e gli Stati Uniti, in quanto alleanza di speranza, rappresenta un messaggio rivolto oltre che alle isole Hawaii, a tutta l’area asiatica nel Pacifico, alla comunità internazionale e al mondo, un messaggio che parla dell’impegno a contribuire alla pace e alla prosperità mondiali.

di Yoshio Matthew Nakamura, Ambasciatore del Giappone presso la Santa Sede

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE