Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Medvedev e Obama pronti a firmare il trattato Start

È molto vicina la firma per il nuovo trattato per la riduzione delle armi nucleari strategiche. Il Cremlino ha fatto sapere che il presidente americano, Barack Obama, e quello russo, Dmitri Medvedev, sono prossimi a siglare l’accordo, che sostituisce il vecchio Start del 1991, scaduto il 5 dicembre dello scorso anno. I due presidenti si sono sentiti telefonicamente sabato e «hanno espresso soddisfazione per lo stato avanzato dei negoziati», tanto che entrambi «hanno sottolineato che può essere già firmata una bozza di accordo». Anche la Casa Bianca ha comunicato che Obama e Medvedev si sono impegnati a concludere «presto» un accordo sulle armi nucleari, ma non ha precisato una data per questo accordo. Il portavoce per il consiglio della Sicurezza nazionale, Mike Hammer, ha detto che Obama e Medvedev «hanno avuto una buona conversazione in cui hanno passato in rassegna il progresso e il consenso raggiunto nei negoziati a Ginevra». Hammer ha aggiunto che «i risultati sono incoraggianti ed entrambi i leader sono impegnati a concludere presto un accordo». Agenzie russe, citando fonti del Cremlino, avevano annunciato che Obama e Medvedev sono soddisfatti per l’«elevato livello di accordo» finora raggiunto nei negoziati sul disarmo nucleare tra Stati Uniti e Russia per un nuovo trattato Start sulla riduzione delle armi nucleari strategiche.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

23 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE